Sono molto entusiasta ed orgoglioso di partecipare a questo nostro movimento ed alla promozione delle nostre idee sull’avvocato negoziatore e avvocato del futuro. Sono anche grato della fiducia dimostratami nel propormi alla carica di Presidente del Comitato enne.zero. Ad majora!
Alberto Piergrossi, presidente

Come avvocati siamo abituati a stipulare transazioni e quindi a negoziare. Lo facciamo per esperienza, seguendo l’intuito e per predisposizione naturale. Con l’adesione al Movimento si imparerà un “metodo” per negoziare in modo cooperativo allo scopo di trovare soluzioni efficienti ed efficaci ai conflitti. Per questi motivi sottoscrivo il Manifesto e sostengo il Movimento.
Cristina Menichino, vicepresidente

Favorire il cambio di prospettiva proposto dal Manifesto, significa impegnarsi personalmente per generare il cambiamento, allineando i propositi di ciascuno lungo un ideale comune. E’ così che si genera un campo di forza, la cui intensità è direttamente proporzionale a quanto più ciascuna persona si impegna attivamente. Se sentite di voler essere parte attiva del cambiamento, vi invitiamo dunque, non solo a sottoscrivere il Manifesto, ma a generare insieme a noi quel campo di forza che fa sì che l’intero sia maggiore della somma delle sue parti.
Tiziana Fragomeni, responsabile scientifico

Studente in Giurisprudenza, già Agente di Polizia Locale da oltre dieci anni; interessata alla metodologia gestionale dei conflitti e tecniche di negoziazione
Graziella Anselmi

La fase di crisi e di transizione in cui ci troviamo evidenzia un regresso di civiltà e dei rapporti tra gli uomini. E’ necessario riscoprire e reinventare forme di solidarietà, di aiuto che permettano a tutti, uomini e donne, un’esistenza dignitosa. Dare speranza di un “vento nuovo” per ricreare relazioni tra gli uomini anche quando sono “immersi” nei loro conflitti.
Marco Beretta

Desidero imparare nuove tecniche per confrontarsi su problematiche lavorative e comprendere tutti gli aspetti di un problema.
Arianna Chiara Bressan

Ne condivido l’impostazione, gli scopi e le modalità di perseguimento dell’obbiettivo fondamentale di creare un nuovo modo di esercitare la professione di avvocato, molto più attento agli aspetti relazionali, che devono essere conosciuti, gestiti e preservati.
Adriana Brosca

La risoluzione dei conflitti fa parte del mio mondo personale ed è la mia responsabilità sociale come avvocato!
Cristina Cagliani

Avendo seguito i corsi dell’Avv. Fragomeni, sono fermamente convinta che questo cambio di prospettiva sia assolutamente necessario per una società che ricominci a funzionare e che veda nel conflitto un’opportunità per raggiungere equilibri nuovi e più soddisfacenti.
Paola Cattorini

Ho partecipato ad un corso con Tiziana Fragomeni e sono rimasta profondamente ammirata dal metodo proposto che vorrei poter praticare nella professione e nella vita di ogni giorno.
Veronica Ceper

Credo sia necessario un nuovo approccio alla professione diverso dal contenzioso.
Michela Ceri

Una iniziativa di lavoro con questa prospettiva di collaborazione integrata mancava. L’idea è molto buona e nuova. Tocca a noi tradurla in pratica con l’impegno e la fiducia. Io ci sono.
Marisa F. Costelli

…………………………….
Donatella Daddio

Condivido le finalità del Movimento
Giovanni De Berti

Sostengo il movimento perché ritengo che un professionista debba essere flessibile e pronto a cambiare con il mondo che cambia…..
Isidoro Di Giovanni

………………………………….
Giovanni Paolo Dieci

Perché credo fermamente che i conflitti possano essere gestiti attraverso il dialogo, la comprensione e l’ascolto delle parti stesse e di chi sta al loro fianco, soprattutto se professionisti ai quali le parti si sono “affidati” per la soluzione delle loro controversie.
Elena Maria Ferraresi

Sono interessata ad approfondire il tema della negoziazione
Emilia Fiorenzola

Ho partecipato al movimento sin dalla nascita proprio perché credo nella necessità di rivoluzionare l’approccio avvocatizio litigioso alle vertenze sottoposteci dai clienti, che è ancora troppo diffuso.
Elena Gazzola

Avanti, avanti, avanti.
Simona Giannone

Ho appena conosciuto una nuova possibilità di sviluppo umano e sociale, che ignoravo, come pare sia ignorata dai più. Ora bisogna recuperare …
Claudio Gola

Spero di essere parte del vostro gruppo al più presto!
Valentina Gorla

Insieme per favorire un cambiamento positivo e necessario… aderisco con piacere al Movimento!
Cecilia Isola

……………………………..
Francesca Lorenzi

Aderisco al Movimento perchè mi affascina l’arte di gestire costruttivamente i conflitti
Daniela Manassero

La trasformazione nella gestione della relazione conflittuale è il cambiamento che ritengo importante e in cui il Movimento crede.Attingere anche ad altre risorse personali, anche creative, per guardare con lenti diverse ci aiuta come professionisti a mettere in atto posizioni e atteggiamenti diversi che possono portare a delle nuove strade aperte verso il futuro.
Barbara Musso

Competenze tecniche ed intelligenza brillante non bastano più, i professionisti di oggi devono avere il Cuore aperto all’ascolto di se stessi e degli altri. Questo movimento promuove la consapevolezza ed offre il metodo per ottenerlo. Ecco perché lo sostengo
Cinzia Pandiani

Il Movimento enne.zero rappresenta l’invito ad un cambiamento paradigmatico, un’occasione per “imparare ad apprendere” come affrontare e risolvere i propri problemi attraverso una gestione matura dei conflitti , sia nella propria professione che nelle relazioni che intratteniamo quotidianamente con gli altri e con noi stessi. Ecco perché sottoscrivo il manifesto
Salvatore Pappalardo

Perché è ora che una nuova forza dia significato alla nostra professione
Mariaclaudia Perego

Il conflitto vive con gli uomini: è espressione del loro incontro, del loro riconoscimento e della loro affermazione. Aderisco al movimento perché, oltre a essere un modello di riferimento per una nuova professionalità, il suo metodo rappresenta un approccio
all’altro nel suo essere uomo..
Paola Perrone

E’ interessante e stimolante
Anna Franca Maria Petrone

Ne condivido i principi ispiratori
Simona Pollarolo

Sono molto interessata al vostro progetto.
Sabrina Pucci

Credo nei valori e nei propositi dell’Associazione, a cui deve ispirarsi un professionista proiettato al futuro.
Federica Ramaci

Stop litigation, go on negotiation
Debora Ravenna

Penso che la soluzione delle controversie non si debba necessariamente rinvenire nelle aule di giustizia o, comunque con la previsione di delega ad un terzo; sono convinto della necessità/opportunità che i due interlocutori debbano (e possano) trovare una
Fabio Ray

Stiamo vivendo un periodo di crisi, non solo economica, ma anche sistemica. Solo noi possiamo scegliere di essere o vittime, o parte attiva di un cambiamento che inevitabilmente trasforma. A questa trasformazione possiamo dare una qualità. Una qualità che non si limiti al solo beneficio di una medicina da pronto soccorso, ma inneschi una modalità culturale e valoriale a scadenza illimitata…..
Maria Grazia Salerno

Enne.Zero è un percorso per imparare a relazionarci nel modo migliore. Io ci credo fermamente e spero che siano in molti ad iniziare e camminare su questa strada.
Paola Salerno

……………………..
Flavia Silla

Sottoscrivo il Manifesto di Enne.Zero perché sono convinta che solo “Osservare, Ascoltare, Sentire ed Interagire” con le altre persone e con il mondo, può portare ad un vero, sano e costruttivo rapporto con sé stessi e con gli altri.
Anna Agliati

Sostengo il movimento perché sono convinta che le persone ed i professionisti di oggi debbano imparare ad uscire dagli schemi che ci sono stati e che ci siamo imposti per trovare soluzione ai nostri conflitti e quindi ai conflitti che ci vengono sottoposti.
Elena Albini

Sono interessata alle tematica relative alla gestione dei conflitti che in un momento di grande cambiamento sociale come quella attuale popolano la nostra quotidianità
Nicoletta Antonello

Conoscere se stessi, per liberare la propria mente da pregiudizi e condizionamenti culturali, è il primo passo per aprirsi ad un nuovo dialogo con “l’altro” e contenere il conflitto sociale.
Orsola F.O. Arianna

Concordo con le finalità dell’associazione ed è mia intenzione dare dare il mio contributo alle idee portanti dell’associazione.
Maria Pina Blanco

Aderisco con entusiasmo per contribuire a formare la “massa critica” del cambiamento!
Barbara Bonanno

……………………………..
Claudia Bruscaglioni

Sostengo il Movimento con la speranza che la mediazione in futuro possa diventare veramente uno strumento alternativo per la risoluzione delle controversie.
Barbara Calise

Condividere e crescere umanamente e professionalmente
Sabrina Calonghi

Le competenze tecniche in ogni campo o scienza possono essere sempre acquisite ma non sanno di per sé produrre un cambiamento, che è invece il motivo fondatore del movimento Enne.Zero, la cui proposta è paradigma di ‘essere’ il cambiamento. Forme di solidarietà condivisa, gestione dei conflitti ed altro ancora non possono più prescindere da un percorso e ricerca personale, in cui l’abilità applicativa particolare e tecnica dovrebbe in ipotesi appartenere ad ogni forma di sapere. Un seme che va coltivato, un metodo da divulgare.
Ubaldo Carloni

Condiviso pienamente l’obiettivo
Silvia Casagrande

Restare focalizzati sulle possibilità anziché sui limiti, nella professione e nella vita personale permette di pensare alle risorse in gioco anziché a quello che non abbiamo in questo momento. Lo imparo ogni giorno e via via cerco di trasmetterlo. Già questo porta cambiamenti sorprendenti nelle relazioni e nella risoluzione dei conflitti di qualsiasi natura essi siano. Aderisco e sottoscrivo pertanto il movimento perché vi ritrovo dei valori a me affini e una volontà di trasformare il modo di gestire le dinamiche conflittuali in modo costruttivo e creativo, che a mio parere significa, oltre a ciò, anche tantissimo altro che influenza positivamente il nostro vivere.
Anna Casali

Ho partecipato ai corsi tenuti dall’Avv. Fragomeni e, poiché li ho trovati di estremo interesse, vorrei continuare il percorso iniziato.
Elena Celeste

Occorreva una associazione come questa. Condivido il manifesto ed i suoi scopi. Grazie.
Cornelia Cogrossi

Ho conosciuto il vostro metodo e condivido l’obiettivo del movimento
Paola Silvia Colombo

Sono interessata alla risoluzione dei conflitti attraverso un metodo costruttivo
Camilla Cozzi

Perchè condivido la necessità che gli avvocati cambino radicalmente la loro forma mentis, abbandonando la visione avversariale del conflitto e scoprendo un nuovo modo di gestire il conflitto valorizzando la visione win win.
Emanuela Crippa

Con grande piacere sottoscrivo il manifesto, in attesa di partecipare in modo attivo all’iniziativa e al movimento.
Lucia Croce

Credo fermamente negli scopi enunciati e nell’importanza di diffondere la conoscenza e l’applicazione di un nuovo metodo per affrontare conflitti e controversie.
Maria Vittoria Curti Carlotta

Perché credo nel metodo proposto e, in generale, credo che in tutto ciò che ci accade occorra partire da noi per comprendere i perché delle cose.
Gabriella D’amico

E’ utile per la formazione professionale e personale
Johan De Flines

Condivido la mission dell’Associazione e credo che la formazione sulla gestione dei conflitti e della mediazione possa costituire un’importante occasione di arricchimento professionale e soprattutto personale
Corrado De Girolami

Nella professione ho sentito l’esigenza di approfondire le tematiche relative alle adr, così ho frequentato il corso di Tiziana “L’avvocato negoziatore” e preso parte al laboratorio di Enne.Zero del mese di marzo. Desidero acquisire un metodo di negoziazione che mi consenta di svolgere il mio lavoro di avvocato da una diversa prospettiva: aiutare le parti a trovare un accordo che sia da loro percepito come giusto e duraturo.
Sono, altresì, convinta che sia fondamentale il confronto con professionisti che abbiano la stessa sensibilità verso questi temi e Enne.Zero rappresenta una bella occasione di incontro.
Valeria De Marcus

Aderisco, convinto che il conflitto, nella negoziazione come nella vita di ogni giorno, non porterà mai ad un risultato positivo e duraturo. GDP
Giuseppe De Naro Papa

Aderisco al movimento perché mi piacerebbe contribuire alla diffusione di un nuovo modo di intendere il ruolo dell’avvocato, più consapevole e aperto al confronto.
Silvia Di Virgilio

Credo fermamente nell’efficacia dei metodi proposti per la gestione dei conflitti.
Maria Rosa D’URSI

……………………………..
Fiorenza Fabi

Sottoscrivo il manifesto
Liviana Ferrario

Interessata a quanto propone
Anna Maria Foti

Solidarietà e creatività sono il motore del benessere e del progresso dell’umanità, ma questi valori rischiano di perdersi in una società sempre più improntata sulla competitività e sull’omologazione. Il Movimento consente di rendere la solidarietà e la creatività valori fondanti della nostra professione e componenti qualificanti del nostro metodo e stile di lavoro.
Rossana Frau

Per partecipare ai vostri eventi divulgativi
Nicola Frisia

Per vedere oltre conflitto apparente e scoprire l’invisibile che anima le parti
Sonia Gedi

Per fondere le mie competenze tecniche e professionali con quelle relazionali al fine di prevenire le problematiche riguardanti la gestione del conflitto sia nella sfera professionale che in quella privata.
Maria Cleofe Regina Giannelli

Ritengo davvero innovativo pensare ad una possibile risoluzione dei nostri conflitti quotidiani e di quelli dei nostri clienti secondo l’osservazione, l’ascolto e il “sentimento”… Proviamoci!
Laura Grugni

Condivido visione, valori e principi.
Leonardo Jaumann

E’ mio desiderio far parte di questa ‘onda di cambiamento’ che, lenta ma decisa, andrà a rafforzare l’animus collaborativo che credo essere insito in ogni essere umano, sia esso parte del conflitto, avvocato o litigator e confermare così che negoziare non significa cedere .. anzi !
Paola Landoni

Una frase dell’Avvocato Gandhi che, se possibile, acquista ancora più significato in questo luogo: “sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo”. Auguri enne punto zero!
Alfonso Lanfranconi

Condivido i valori del Comitato e aderisco al Manifesto!
Stefania Lattuille

Credo nella mission e condivido gli obiettivi del movimento.
Elena Lobaccaro

Perchè nel corso breve “l’invisibile del conflitto” ho scoperto l’importanza di conoscersi meglio e di porci domande che solitamente cerchiamo di evitare, per avere relazioni personali e lavorative migliori. Inoltre mi occupo di diritto di famiglia e dunque vorrei riuscire a meglio comprendere le posizioni e i punti di vista dei miei clienti, nell’ambito delle loro vicende personali.
Elena Lo Surdo 

Sono una studentessa del corso di laurea triennale della facoltà di Giurisprudenza e sono interessata a partecipare ai vostri corsi, in particolare quello tenuto da Tiziana Fragomeni.
Carlotta Magnoni

Un approccio “WIN WIN” per tutti è sempre moltiplicatore di risultati positivi
Anna Maria Magro

Perché è necessario interrogarsi in modo permanente sui differenti modi di sentire. Perché il conflitto è una buona opportunità per conoscere sè, e gli altri andando oltre con con reciproco rispetto e stare meglio. Perché il Movimento muove verso una comunità di pratica dei mediatori, un viaggio per nuovi strumenti di pacificazione sociale
Fausta Mancini

Trovo molto interessante il contenuto del Manifesto e perché mi interessa modificare la mia prospettive di approccio alla giustizia.
Simone Andrea Manelli

Ritengo che lo scambio reciproco di competenze porti a crescere non solo professionalmente ma soprattutto come individuo. Inoltre credo sia ormai necessaria, anche e soprattutto, nella mia professione, una formazione specifica sulla gestione dei conflitti.
Condivido la mission dell’associazione
Lorenza Marchesi

lo condivido!!
Alberto Marletto

…………………………..
Marco Marzatico

Dopo aver assistito a due interventi condotti dalla Collega avv. Fragomeni mi sono convinta che ci sia un modo alternativo a quello sino ad ora adottato di gestire i conflitto e la professione, vorrei, quindi, approfondire questo nuovo metodo.
Lucia Mella

………………………………….
Maria Luisa Menozzi

Perché sono molto interessata ai temi trattati e ai corsi di formazione.
Alessandra Milanoli

Credo nella possibilità di un nuovo modo di esercitare la professione legale, cercando di risolvere i conflitti negoziando.
Eloisa Giovanna Modica

Aderisco e sostengo il Manifesto
Fabio Giuseppe Montin

Proseguiamo e teniamo alto il livello!
Mariacristina Mordiglia

Perché interessata a conoscere e sviluppare le tecniche di gestione del conflitto con il metodo OASI
Monica Moreschi

Oltre a condividere in pieno obiettivi e finalità dell’associazione sono convinta che il percorso formativo per diventare buoni negoziatori ci porta ad essere avvocati (e persone) migliori.
Lidia Mussi

Sono una fan di Tiziana e del metodo che applica ed insegna per affrontare i conflittie negoziare. Vorrei sostenere l’associazione e partecipare ad eventi formativi organizzati al fine di imparare a negoziare.
Valeria Panetta

Manifesto un mio interesse personale all’attività di gestione e negoziazione del conflitto.
Luca Patano

Perché credo nelle forme alternative, non giudiziali, di soluzione dei conflitti
Federica Pomodoro

…………………………………
Anna Sarah Prosperi

Ho seguito un corso della collega Fragomeni e mi interessa approfondire il tema e sviluppare le competenze sia come avvocato di famiglia sia a livello personale e come formatore
Anna Maria Randazzo

Complimenti ai creatori del manifesto e spero di poter dare anche io il mio contributo.
Miriam Regazzoni

Condivido finalità e metodi.
Sara Remus

Sono convinta che il futuro dell’avvocatura sia nel rinnovamento della gestione dei conflitti.
Fernanda Emanuela Rizzo

Condivido le finalità e gli strumenti proposti e sono interessata a partecipare attivamente alla formazione per acquisire maggiore professionalità.
Marialuisa Ronchi

Sottoscrivo il Manifesto perché credo fortemente che l’avvocato, per esprimere la sua altissima funzione sociale, riconosciutagli dalla Costituzione ed oggi pressoché dimenticata, non possa che abbandonare la deleterea logica posizionale e monofocale in favore di una visione olistica dei conflitti che gli consenta, attraverso l’utilizzo di competenze relazionali oltre che tecniche, di comprendere nel profondo le situazioni conflittuali e di guidare le persone coinvolte nell’individuazione di una soluzione per tutti soddisfacente, in modo libero, creativo e nel rispetto dell’autodeterminazione di ciascuno.
Francesca Ruffini

Quale Mediatore ed Avvocato trovo sia fondamentale apprendere le tecniche necessarie per una gestione positiva e creativa del conflitto, in modo tale da poter modificare il proprio punto di vista ed “aprire la mente”, anche al di fuori dell’ambito professionale.
Beatrice Rota 

Ho avuto modo di conoscere il metodo OASI frequentando i corsi “Come negozi?” e “L’invisibile e conflitto” tenuti da Tiziana Fragomeni e sono rimasta affascinata dalle potenzialità del metodo sia in ambito professionale che personale.
Angela Ruotolo

Condivido la mission e i principi tutti espressi. Mi appassiona il conflitto e ancor di più la possibilità di risolverlo.
Eleonora Sacchi

Sono convinto che un grande cambiamento sia in atto, e l’avvocato del futuro non può che essere un negoziatore, attento agli interessi delle persone e non solo ai “diritti”
Marco Rino Sala

Condivido l’intenzione di diffondere un metodo che
– consenta la gestione e non la negazione del conflitto,
– si ponga l’obiettivo di “svecchiare” la professione forense con tutti i vantaggi anche a livello sociale e relazionale che questo cambiamento
Maria Giustina Salamone

Rinnovo iscrizione
Paola Sartirana

Condivido il principio ispiratore e ritengo che acquisire le tecniche utili a risolvere un conflitto in sedi diverse da quelle giudiziarie assicuri un vantaggio in termini di qualità di vita e in termini economici.
Chiara Serrati

Rinnovo l’iscrizione perché trovo fondamentale il percorso intrapreso.
Mariagiulia Signori

Ho il desiderio di sperimentare nel mio piccolo la forza di un focus non binario per affrontare i conflitti
Pina Sorgente

La trovo un’idea brillante e coraggiosa. Che porterà a esplorare nuovi punti di vista nella gestione delle situazioni conflittuali in diversi settori del diritto. Un’opportunità per arricchire le conoscenze e le competenze professionali.
Sebastiano Stufano

Pur non essendo un Avvocato credo sia utile a qualsiasi professionista, nello specifico a me in quanto opero nell’ambito assicurativo e come persona (al di là di ogni professione attuale o ipotetica). Ho partecipato peraltro al laboratorio del 22/11 ed ho avuto conferma del mio interesse a far parte del movimento.
Clara Taranto

Perché vorrei esplorare una pratica alternativa di risoluzione dei conflitti
Enrica Luigina Tedeschi

Condivido i principi e gli scopi del movimento
Paola Terranova

…………………………….
Giovanni Toscano

Condivido filosofia movimento enne punto zero
Elsa Treves

Ci credo
Emanuela Maria Vagani

Grazie per l’opportunità di accrescere sia la mia professionalità quale mediatore sia il mio essere persona
Alessandra Vallone

Condivido l’iniziativa
Maurizio Vannucchi

Condivido i principi ispiratori
Mario Venturini

Condivido i contenuti del manifesto, e sono interessato a sviluppare le mie competenze tecniche e relazionali.
Emanuele Vercesi

Svolgo l’attività di legale prevalentemente nel settore della famiglia
Emanuela Viganò

E’ stato un grande piacere, per me, scoprire quest’iniziativa e il mondo che la sostiene. Confido di approfondire il più possibile il tema della negoziazione, recuperando il tempo perso sinora (ahimè), e di partecipare attivamente, con entusiasmo, al Movimento!
Stefania Viola


lo condivido. E’ utile e necessario aggiornarsi e tenersi in ‘allenamento’
Cecilia Maria Vismara

Manifesto un mio interesse personale alla gestione e negoziazione dei conflitti.
Claudia Zampetti

Credo che moltissime persone sentano il bisogno di una grande trasformazione e penso che possiamo tutti realizzarla partendo dall’assumerci la responsabilità della nostra vita, delle nostre azioni, dei nostri conflitti e del nostro lavoro. Sottoscrivo il manifesto perché sono convinta che negoziare con metodo cooperativo sia un modo responsabile di lavorare, rispettando la libertà di autodeterminazione delle parti e preservando al tempo stesso tutte le potenzialità di connessione tra esseri umani. Un modo per sostenere la capacità delle persone di decidere responsabilmente della propria vita senza delegare terzi estranei.
Elisabetta Zecca

Sono Mediatore Familiare
Monica Annesini

Sono interessata alle tematica relative alla gestione dei conflitti che in un momento di grande cambiamento sociale come quella attuale popolano la nostra quotidianità.
Nicoletta Antonello

Ho sempre prediletto il piano stragiudiziale a quello giudiziale, perché credo che poter provare almeno a “cucire” per ciascuna situazione “il suo abito”, attraverso alternative a ciò che la sede giudiziale può offrire, possa essere un’opportunità da cogliere e coltivare. Credo fermamente nelle grandi possibilità del dialogo, nel senso etimologico della parola, oltre che nella possibilità, per le persone che si trovano in una situazione di conflitto o comunque di difficoltà, di affrontare e conoscere molto di più di sé e delle implicazioni relazionali attraverso le strade alternative di risoluzione. Apprezzo molto il lavoro avviato da Tiziana Fragomeni e vorrei pian piano poter avvicinarmi di più a questo mondo, da avvocato poter ampliare qualitativamente il mio operare.
Savina Stefania Bandera

Condivido lo spirito e la mission del Movimento, a cui auguro ogni successo.
Riccardo Bauer

Mi fa piacere far parte di questo movimento, di cui condivido gli ideali.
Pietro Berlingieri

Finalmente operativo lo strumento della negoziazione. Complimenti per il meraviglioso lavoro che state facendo
Tommaso Bertelè

Mi interessa apprendere tecniche di gestione del conflitto.
Gianfranca Boi

Credo profondamente nelle tecniche di negoziazione ed auspico una nuova e maggiore consapevolezza sul tema da parte dei colleghi avvocati. Il vostro manifesto è non solo pienamente condivisibile ma, direi, “RIVOLUZIONARIO”.
Viviana Boi

Credo nello sviluppo di tutti gli strumenti ADR
Giovanni Borgna 

Sono una persona che crede nel dialogo e nella mediazione, sono avvocato e mediatore.
Elsa Caterina Buzzoni

Interessato al Vostro programma.
Marco Calta 

Sono favorevole agli obiettivi prefissati e ne sono sostenitrice da sempre per intima convinzione del vero senso della professione legale e della superiorità degli obiettivi cui siamo chiamati (quali operatori di pace e giustizia vere).
Rosa Capriotti

Sono d’accordo in tutto!!!
Marcella Caradonna

Invitato da Tiziana, sono desideroso di stare tra professionisti che vedono lo scambio di competenze come una risorsa per la propria crescita e per la crescita altrui.
Andrea Carlesso

Aderisco al Manifesto perchè mi riconosco nella definizione che che il movimento enne.zero propone del professionista che si occupa di conflitti e controversie. Da studentessa di Giurisprudenza posso dire che finalmente ho trovato un modo di intendere la professione che risuona con quello in cui credo, all’avanguardia e molto stimolante. Aderisco al Manifesto perchè sono a favore del cambio di prospettiva e appoggio la visione integrata necessaria per questo scopo.
Maria Luna Carpigo

Come medico ritengo di aver bisogno di riprendere in mano la capacità di comunicare (ascolto attivo, prima di tutto).
Enza Celeste

Sapere, Saper Fare e Saper Essere sono i cardini anche della professione infermieristica. Mi piace l’idea di trasformare i conflitti in occasione di crescita e migliorare i rapporti interpersonali.
Angela Colamonaco

Sono curiosa
Roberta Ciceri 

Interessata alla gestione e risoluzione dei conflitti con metodi differenti rispetto al procedimento giudiziale
Roberta Colombo

Aderisco a questo Manifesto perché mi occupo da oltre 12 anni solo ed esclusivamente di negoziazione, l’unica modalità di gestione dei conflitti che generi valore e al contempo un sano patrimonio relazionale. In Italia, ma non solo, manca una diffusa cultura, conoscenza e pratica dell’arte della negoziazione. Per cui ogni iniziativa in tal senso va sostenuta e incoraggiata.
Alessandra Colonna

Sono trainer e negoziatore Mi occupo di negoziazione e di tecniche di negoziazione da diversi anni e mi interessa molto entrare in contatto con associazioni che promuovono la collaborazione e il trovare soluzioni insieme come strumento per la gestione dei conflitti e per la negoziazione
Cristina Donà

Trovandomi spesso a dover mediare/negoziare sia nella vita professionale che personale mi interessa iniziare a conoscere la vostra realtà. grazie.
Luciana D’Ambrosio

Condivido tutta la tematica affrontata e mi rammarico della distanza dalla città in cui risiedo rispetto a Milano, oltre l’esistenza di mezzi di comunicazione e trasporto ingestibili. Vi seguo con attenzione ed interesse oltre a diffondere dal mio piccola la cultura della gestione dei conflitti non avversariale e questo non mi fa sentire isolata.
Maria Esposito

In un mondo in cui crescono esponenzialmente le interazioni tra le persone, e conseguentemente le differenze con cui quotidianamente ci confrontiamo, possedere gli strumenti per gestire i nostri conflitti è di fondamentale importanza e contribuisce ad arricchirci come singoli, migliorando al contempo la qualità delle nostre relazioni con l’altro.
Marzia Faggiano

Aderisco.
Lorenzo Falappi

Un percorso assolutamente da intraprendere con determinazione
Antonella Fiore

Aderisco al manifesto poiché credo fermamente che gli avvocati, e non solo, debbano impegnarsi per favorire un cambiamento, che ponga al centro le relazioni. Cambiare me stessa è il primo passo.
Lucia Foppoli

Condivido gli obiettivi del movimento e una diversa visione di intendere il significato della nostra professione.
Gianluca Galli

Grande iniziativa!
Silvia Gilardi

Perché la mission del movimento è una mia aspirazione e una sfida personale piuttosto impegnativa.
Alessandra Gissara

Lavoro da tanti anni con le famiglie e collaboro con tanti professionisti differenti. Credo che il ruolo generativo del conflitto sia spesso ‘messo in un angolo’ a favore di modalità di gestione come l’evitamento, l’attacco, la frustrazione. Avere la possibilità di essere accompagnati a tramutare il conflitto in esperienza costruttiva e generativa penso porti a sviluppare la massimo le proprie potenzialità – sia personali sia sociali – invece di fossilizzarsi sui limiti altrui e dei sistemi di vita.
Elena Giudice

Mi compiaccio per l’iniziativa. Auspico di poter contribuire alla crescita del movimento. Ritenetemi a vostra disposizione, incondizionatamente.
Luigi Greco

Ottima iniziativa, sono certa che diventerà un movimento di grande rilievo.
Maria Lina Guarino

Condivido gli ideali del movimento che, se avrà successo, consentirà di dare fondamento operativo ad un pensiero che da duemila anni attende di uscire dalle secche della logica dell’aut/aut per approdare ad una ragione davvero partecipativa.
Giacomo Guastalla

Voglio acquisire una nuova prospettiva nella gestione dei conflitti
Laura Gussoni

Ho sempre pensato che la ‘vittoria’ e la ‘sconfitta’ fossero uno stereotipo che protrae il conflitto anzichè risolverlo, impedendo così quella crescita e quell’arricchimento personale che la soluzione del conflitto dovrebbe invece comportare.
Laura Hoesch

I pensieri di oggi costruiscono il nostro futuro e pensare di poter ancorarsi ad infinite possibilità di scelta genera Libertà e Potere. Siamo esseri mortali nello spazio infinito su cui si affacciano ponti di consapevolezza ed empatia.
Maria La Valle

Sono avvocato di famiglia e mediatrice familiare che vuole continuare ad imparare
Lucia Legati

La Mediazione è il Grande Cambiamento. Realizziamolo.
Andrea Lorenzelli

Condivido i vostri interessi e vorrei essere informata sul prosieguo dell’iniziativa. Mi occupo di conciliazione,mediazione e negoziazione dal 2001. Ritengo già da tempo importante sviluppare competenze che siano complementari ed integrative della professione forense.
Rosarita Mannina

Ritengo che lo scambio reciproco di competenze porti a crescere non solo professionalmente ma soprattutto come individuo. Inoltre credo sia ormai necessaria, anche e sopratutto, nella mia professione, una formazione specifica sulla gestione dei conflitti.
Lorenza Marchesi

Se uno legge “La rete della vita”, di Fritjof Capra, gli si apre un mondo e non può fare a meno di iscriversi al movimento … ma anche senza leggere Capra!
Marco Marchini

Ho frequentato un paio di corsi di Tiziana Fragomeni e me ne sono innamorata. Vorrei avere la possibilità, quindi, di seguirne altri e di tenermi aggiornata sulle iniziative dell’Associazione. Sono, poi, una sostenitrice dell’immenso potere, oggi ancora non del tutto espresso, della mediazione al fine della risoluzione delle controversie.
Valentina Marchio

Il manifesto vuol insegnare e vivere di empatia, modus vivendi che riassumerei con questa frase tratta dalla lettera di Paolo ai Filippesi: non fate nulla con spirito di parte o vanagloria, ma ciascuno, con umiltà, stimi gli altri superiori a se stesso, cercando ciascuno non il proprio interesse, ma ( anche) quello dell’altro.
Giorgio Marini

Condivido pienamente la mediazione come metodo ADR che dovrà avere sempre più spazio e sostenitori e trovo meritevole l’iniziativa proposta
Paola Marioni

Sottoscrivo, per una visione moderna, integrata, sinergica della professione, delle professioni. Strumenti essenziali per il singolo cittadino, così come per la collettività.
Massimiliano Mauriello

La natura stessa dell’uomo lo rende un essere destinato alla relazione e solo tornando a prendersi cura di essa, uscendo da un individualismo dilagante ed eccessivo, è forse possibile costruire un mondo migliore. In gioco potrebbe esserci non solo il miglioramento della giustizia, ma soprattutto quello dell’intera società
Patrizia Mauro

Aderisco anche io al Manifesto!
Laura Mazzone

Con grande piacere aderisco a questa “illuminata” iniziativa, della quale abbiamo davvero tanto bisogno per far crescere la nostra professione.
Laura Mondini

Mi interessano i corsi che organizzate
Antonia Olga Moroni

Che gioia scoprire l’esistenza di un Movimento che propone una soluzione così ampia e “illuminata” a un’esigenza sempre più sentita nelle persone: ritrovare la fiducia in se’ e negli altri. Se i conflitti non sono più guerre ma occasioni e se l’altro non è più un nemico ma colui con cui stiamo condividendo un momento, minore sarà la paura e maggior spazio avrà il “buon senso” . Sottoscrivo volentieri. A presto.
Flavia Motti

Plaudo all’ iniziativa che condivido e ne apprezzo il timing
Mario Natale

Non si può non condividere… Partecipo e sostengo senza se e senza ma!
Massimo Oldani

Il modo per risolvere i conflitti è il dialogo, l’apertura, non la chiusura. Quindi sono dei vostri a tutto tondo.
Paola Pontanari

Aderisco, in quanto reputo importante saper gestire al meglio le situazioni conflittuali. Complimenti, bell’ iniziativa , ho molto apprezzato l’incontro di presentazione svoltosi il 21/1/2015.
Elena Poretti

Ne condivido i principi ispiratori.
Sono mediatore da anni. Ancor prima dell’obbligatorietà della Mediazione.
Come avvocato, ho sempre gestito le posizioni, poste alla mia attenzione, con l’intento di comporre il conflitto fuori dalle aule giudiziarie e lasciando il giudizio come ultimissima spiaggia. Buon lavoro e grazie.
Enrica Robattini

L’unica costante della vita è il cambiamento, qualcuno ha detto. In un mondo in continua evoluzione, accogliere una nuova visione di Essere Avvocato, esplorare nuovi modi e mondi, integrarli nella propria professione è la grande chance che viene concessa ad ognuno di noi
Adriana Romeo

Dialettica e pedagogia: mi interessano!
Caterina Rossetti

Desidero avvicinarmi alla nuova modalità di gestione dei conflitti ed entrare nel nuovo paradigma.
Alessandra Sala

Aderisco al Manifesto
Marisa Santacroce

Perchè ritengo importante comprendere la dinamica del conflitto e imparare a gestirlo.
Donatella Sportiello

Intendo aderire all’associazione in quanto credo molto nelle potenzialità della adr, in merito alle quali tuttavia necessito ancora di un percorso di formazione
Valentina Tanzarella

Approvo l’iniziativa
Cristina Targetti

Trovo l’iniziativa dell’associazione assolutamente un ottimo strumento di crescita.
Marta Tavolini

La conoscenza e la corretta condivisione del METODO ne permetterà la corretta condivisione. Ottima iniziativa !
Giusy Torreggiani

Mi interessano molto gli argomenti della Dott.ssa Fragomeni e vorrei partecipare agli eventi che l’associazione promuove per approfondimento personale
Marta Varallo